Diocesi

Domenica 17, Giornata Mondiale dei Poveri

papaGiornataPoveri2017_04

Le indicazioni del Vescovo per vivere personalmente e comunitariamente la Giornata Mondiale dei Poveri, domenica 17 novembre 2019, XXXIII domenica del Tempo Ordinario

00. Logo III GM dei poveriNella luce dell’Anno Santo della Misericordia è ormai il terzo anno che il Papa invita tutta la Chiesa, nella XXXIII domenica del Tempo Ordinario (quest’anno il prossimo 17 novembre), a celebrare con intensità la Giornata Mondiale dei Poveri.
Voglio perciò esortare ogni battezzato e ogni Comunità cristiana della nostra Diocesi a lasciarsi coinvolgere con impegno nella riflessione, nella preghiera e nella solidarietà per i poveri e con i poveri, guidati dal Messaggio di Papa Francesco sul tema “La speranza dei poveri non sarà mai delusa” (Salmo 9/10).
Siamo chiamati come Chiesa nella vita ordinaria di ogni giorno ad imitare l’ascolto attento e pieno di amore di Dio per i poveri. Siamo chiamati ad avere una attenzione d’amore verso ogni povero, perché nessuno di loro abbia a perdere la speranza nella salvezza.
In questo impegno a seminare speranza nei fratelli sperimenteremo anche noi l’amore di Dio: “I poveri ci salvano perché ci permettono di incontrare il volto di Gesù Cristo” (Messaggio, n.9).
Si sviluppi una particolare attenzione ai temi suggeriti dal Messaggio del Papa, in particolare nelle celebrazioni eucaristiche di sabato 16 e domenica 17, e nelle diverse iniziative che ogni Comunità potrà realizzare.
Vi esorto ad accogliere i suggerimenti e le proposte che la Caritas diocesana, l’Ufficio Catechistico e l’Ufficio Liturgico hanno pensato per questa III Giornata Mondiale dei Poveri.
È importante che tutti prendiamo consapevolezza della realtà della povertà nella sua complessità, anche attraverso il servizio di quanti ascoltano e osservano sistematicamente il disagio dei nostri fratelli. A questo proposito segnalo che la Delegazione regionale della Caritas, l’11 novembre p.v., presenterà a Sassari il “Report su povertà ed esclusione sociale in Sardegna 2019” (disponibile da quel giorno sul portale www.caritassardegna.it).
Invito anche caldamente a conoscere meglio alcuni fra i tanti servizi caritativi presenti in Diocesi, sorti dalla collaborazione tra la Caritas e le comunità parrocchiali. Alcuni di essi rimarranno aperti in determinati orari per consentire, attraverso il dialogo con i volontari presenti, di “venire e vedere”, secondo l’esortazione evangelica.
Mi auguro che la nostra Chiesa viva al meglio questa III Giornata Mondiale per i Poveri e possa crescere nella testimonianza della carità e nell’esperienza dell’amore di Dio, a cui siamo chiamati nella fede del nostro Battesimo.

+ Giovanni Paolo Zedda


Preghiera dei Fedeli per la III Giornata Mondiale dei Poveri 

Il celebrante: Rivolgiamo le nostre preghiere a Dio, Padre di misericordia, che si china verso i piccoli e ascolta il grido dei poveri. Preghiamo insieme e diciamo: Ascolta, Signore, il grido dei poveri!

  1. Ti preghiamo Signore per papa Francesco, i vescovi, in particolare il nostro vescovo Giovanni Paolo, i sacerdoti, i diaconi e per tutta la Chiesa, perché attraverso l’ascolto e la prossimità, la consolazione e la speranza, siano segno di una comunità accogliente verso i poveri, caratterizzata da concreta solidarietà. Preghiamo.
  2. Ti preghiamo Signore, per tutte le povertà del mondo, per tutte le vittime di abusi e di soprusi, dalla violenza perpetrata nel silenzio delle pareti domestiche fino a quella causata dalle guerre. In particolare, ti affidiamo i bambini sfruttati, le donne vittime di tratta e mercificate, gli uomini perseguitati per l’etnia e per la fede. Dona loro serenità, forza e speranza per poter sopportare e superare il tempo della prova. Preghiamo.
  3. Ti preghiamo Signore di ascoltare il grido di coloro che sono in cerca di una occupazione lavorativa, perché coloro che hanno delle responsabilità civili sentano l’urgenza e il dovere di dare risposte concrete alle esigenze del nostro territorio. Preghiamo
  4. Ti preghiamo Signore, per gli ammalati nel corpo e nello spirito, per gli anziani, gli emarginati della società, perché con il Tuo e nostro aiuto non siano oppressi dal senso della tristezza e non si sentano soli e abbandonati, ma facenti parte, a pieno titolo, della comunità civile e cristiana, a loro gioia e consolazione. Preghiamo.
  5. Ti preghiamo, Signore, per tutti i migranti del mondo affinché la loro speranza di trovare una vita migliore non si infranga nei muri della burocrazia e della chiusura politica. Sostienici nella lotta per promuovere una legislazione e una cultura di accoglienza basata sul rispetto reciproco. Preghiamo.

Ascolta o Padre, il grido dei poveri che cercano il tuo volto, e fa’ che le nostre comunità cristiane sappiano reagire alla cultura dello scarto e dell’emarginazione, per diventare sempre più un segno di vicinanza e di sollievo alle tante forme di povertà che sono sotto i nostri occhi. Il pane che in questa eucaristia condividiamo ci faccia crescere in umanità e ci renda capaci di condivisione, per Cristo Gesù nostro Signore. Amen


Alcuni suggerimenti liturgici per la celebrazione dell’Eucaristia

Atto Penitenziale
* Signore, che ci inviti ad amare i poveri con la tua carità misericordiosa, abbi pietà di noi: …
* Cristo, che ci chiedi di mettere in movimento la nostra vita e generare compassione e opere di misericordia per i fratelli e le sorelle che si trovano in necessità, abbi pietà di noi: …
* Signore, che insegni alla tua Chiesa a cercare uomini «pieni di Spirito e di sapienza» perché si assumano la diaconia del servizio ai più poveri, abbi pietà di noi: …
Celebrante: Dio onnipotente abbia misericordia di noi, perdoni i nostri peccati e ci conduca alla vita eterna. Amen.

Valorizzare la processione offertoriale
L’Ordinamento Generale del Messale Romano (n. 140) per la processione dei doni, prevede che, dopo il pane e il vino “Si possono presentare anche altri doni, purché siano per i poveri, e vanno disposti in un luogo adatto, fuori dalla mensa eucaristica”. In questo senso si potrebbe prevedere una processioni anche di doni per i poveri, che al termine della celebrazione vengano fatti pervenire ai poveri.

Suggerimento per la liturgia alla preghiera eucaristica
Si consiglia ai celebranti di utilizzare la preghiera eucaristica V/C: “Gesù modello di amore”

Al momento del Padre nostro
Raccogliendo il suggerimento del Papa, al numero 8 del messaggio nella Prima Giornata mondiale del povero (2017), le parole del pontefice essere riassunte e adattate all’assemblea.
«Il Padre nostro è la preghiera dei poveri. Chiedere a Dio il pane significa affidargli i bisogni primari della nostra vita. E la preghiera di Gesù raccoglie il grido di chi soffre per la precarietà dell’esistenza e per la mancanza del necessario. E diventa la parola dei poveri che si rivolgono all’unico Padre. Il Padre nostro è una preghiera che si esprime al plurale: il pane che si chiede è “nostro”, cioè «di tutti» e questo comporta condivisione, partecipazione e responsabilità comune. Con la preghiera che ci ha insegnato Gesù desideriamo superare ogni forma di egoismo per accedere alla gioia dell’accoglienza reciproca». Per questo osiamo dire:
Oppure con queste parole:
«Prima di partecipare al banchetto dell’Eucaristia, vincolo di unione fraterna, preghiamo insieme con la preghiera dei poveri, che esprime il loro grido e che ci stimola alla condivisione e alla gioia dell’accoglienza reciproca»…
Far poi seguire il PADRE NOSTRO (recitato).


Alcune iniziative concrete promosse in Diocesi

Recependo le indicazioni offerte dal Vescovo e valorizzando al meglio le iniziative promosse a livello parrocchiale anche la Chiesa diocesana, già nella settimana che precede la domenica 17 novembre 2019, si prepara alla III Giornata Mondiale dei Poveri con alcune proposte:

  • Veglia di preghiera presieduta dal Vescovo, Mons. Giovanni Paolo Zedda, presso la Chiesa cattedrale di Santa Chiara in Iglesias (sabato 16, ore 20.00);
  • Adorazioni eucaristiche, veglie di preghiera e momenti di riflessione in diverse Parrocchie della Diocesi;
  • “Viene e vedi”. Apertura di alcuni servizi e/o opere-segno per una visita delle Parrocchie o visita di queste a particolari realtà presenti nel territorio:
    • Centro di ascolto diocesano “Marta e Maria” di Iglesias (domenica 17, ore 10.00-12.00);
    • Emporio della Solidarietà ad Iglesias (domenica 17, ore 09.30-12.30);
    • Centro di ascolto zonale “Madonna del Buon Consiglio” di Carbonia e Centro unico di distribuzione viveri di Carbonia (sabato 16 e domenica 17, ore 09.00-12.30 e 16.00-19.00);
    • Parrocchia B.V. Assunta di Domusnovas: visita dei ragazzi del catechismo (domenica 17) alla Casa famiglia e alla Casa per anziani della città;
  • Collette di beni alimentari a Carbonia (Scalinate San Ponziano), promossa dalle Parrocchie di Carbonia che collaborano nell’ambito del Centro unico distribuzione viveri;
  • Proiezione del film “Cafarnao”, di Nadine Labaki (venerdì 15, ore 21.00, presso la Fabbrica del Cinema, ex miniera di Serbariu);
  • Incontro e testimonianza di alcuni operatori della Caritas diocesana con le classi III e IV del Liceo Scientifico di Iglesias (13 novembre, ore 09.30-11.30).00. Logo III GM dei poveri

barbone

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...