News

Giornata mondiale dei poveri, le indicazioni del vescovo

Domenica 14 novembre 2021 – Quinta Giornata mondiale dei poveri
Le indicazioni del Vescovo per vivere personalmente e comunitariamente la Giornata

Domenica 14 novembre 2021, XXXIII domenica del Tempo Ordinario, anche la nostra Chiesa diocesana è chiamata a celebrare la quinta Giornata mondiale dei poveri, guidata dal messaggio del Papa dal titolo “I poveri li avete sempre con voi” (Mc 14,7) .
Anche per la nostra comunità si propongono occasioni di riflessione, gesti di solidarietà e momenti di preghiera, per i poveri e con i poveri.

Preghiera per i poveri e con i poveri
Per quanto possibile, nelle celebrazioni eucaristiche del 13 e del 14 novembre si condivida il messaggio del Santo Padre Francesco, il cui estratto sarà pubblicato nel nostro giornale diocesano. Si sviluppi in ogni caso una particolare attenzione a questi temi durante le celebrazioni eucaristiche e si contemplino delle specifiche intenzioni nella preghiera dei fedeli.
Il 14 novembre alle ore 18.00, presso la chiesa parrocchiale del Cuore Immacolato di Maria in Iglesias, sarà celebrata la Santa Messa in occasione della quale riceveranno il diaconato i seminaristi Diego Cerniglia e Leonardo Crobu. Facendo memoria della diaconia, la quale nella Chiesa dei primordi fu promossa per garantire il servizio ai poveri, nel rispetto delle norme sanitarie vigenti e considerando gli spazi disponibili, invito alla partecipazione gli operatori pastorali della Carità.

Inoltre, propongo alla comunità cristiana di promuovere delle adorazioni eucaristiche e di partecipare alle veglie di preghiera, da me presiedute, che si terranno:

  • a Carbonia, il 16 novembre (ore 19.00) presso la chiesa parrocchiale Beata Vergine Addolorata;
  • a Iglesias, il 17 novembre (ore 20.00) presso la chiesa cattedrale Santa Chiara.

Prossimità concreta per i poveri e con i poveri
Invito ogni battezzato e ogni comunità cristiana della nostra diocesi a lasciarsi coinvolgere con impegno non solo nella riflessione e nella preghiera ma anche nella solidarietà per i poveri. In questa prospettiva, esorto affinché nelle celebrazioni eucaristiche, prefestive e festive, le collette siano indirizzate al sostegno dei poveri delle comunità parrocchiali (valorizzando in particolare i servizi caritativi presenti) e del Fondo di Solidarietà diocesano. Si rammenta che quest’ultimo viene regolarmente adoperato per sostenere il microcredito rivolto a famiglie in difficoltà e incoraggiare piccole imprese, oltre che, sul fronte dell’occupazione, per favorire l’inserimento lavorativo di persone svantaggiate. Sappiamo bene come questo tempo di prova datoci dalla pandemia abbia generato nuove fragilità tra i nostri fratelli.
Siano promosse collette alimentari in tutte le parrocchie della Diocesi, destinandole alle famiglie bisognose delle rispettive comunità parrocchiali, anche in questo caso valorizzando in particolare i servizi caritativi presenti (Caritas parrocchiali, Volontariato Vincenziano, ecc.). Le parrocchie delle Foranie di Iglesias, Carbonia, Sant’Antioco e Sulcis potranno anche destinare i viveri raccolti ai rispettivi Empori della Solidarietà (Iglesias) e Centri unici di raccolta e distribuzione (Carbonia, Sant’Antioco e Narcao). Inoltre, si valorizzino anche iniziative che possano provenire dalla comunità civile e che ci ricordano il compito di dialogare e collaborare anche con altre realtà del territorio che si impegnano sul versante della solidarietà.

Maggiore consapevolezza sui poveri e sulle povertà
Con l’iniziativa “Vieni e vedi” si invitano i parroci a promuovere tra i fedeli delle rispettive comunità parrocchiali delle visite presso alcune delle opere-segno promosse nella nostra Chiesa diocesana. Alcune di esse, infatti, rimarranno aperte in determinati giorni e orari per consentire, attraverso il dialogo con i volontari presenti, di “venire e vedere” secondo l’esortazione evangelica. A seguire i servizi disponibili:

  1. Centro di ascolto diocesano “Marta e Maria” (Iglesias, via della decima 4): domenica 14 novembre, dalle 09.00 alle 12.00;
  2. Centro di ascolto interparrocchiale “Madonna del Buon Consiglio” (Carbonia, via Satta 150): sabato 13, dalle 09.00 alle 12.00;
  3. Emporio della Solidarietà (Iglesias, via Crocifisso 97): sabato 13, dalle 10.00 alle 12.30; domenica 14, dalle 10.00 alle 12.30;
  4. Centro unico di raccolta e distribuzione (Carbonia, via Lubiana 174): sabato 13, dalle 16.00 alle 19.00; domenica 14, dalle 09.30 alle 11.00.

Colgo l’occasione per ricordare che l’elenco completo dei servizi caritativi è consultabile al seguente link del portale della Caritas diocesana di Iglesias: https://www.caritasiglesias.it/contatti/

Il tema delle povertà è assai complesso e, come ci insegnano gli studi e le ricerche esistenti, è un fenomeno multidimensionale. In questo senso appare importante avere contezza della portata del fenomeno nella sua complessità, anche attraverso il servizio di quanti, all’interno della Chiesa, come nel caso della Caritas, ascoltano e osservano sistematicamente il disagio dei nostri fratelli. A questo proposito segnalo che la Delegazione regionale della Caritas, l’8 novembre p.v., presenterà a Cagliari il Report su povertà ed esclusione sociale in Sardegna 2021 (disponibile da quel giorno sul portale http://www.caritassardegna.it). Il tema di approfondimento dell’edizione di quest’anno è la povertà educativa, fenomeno cresciuto sensibilmente nell’anno della pandemia, della chiusura delle scuole e della novità della didattica a distanza.

Anche in questo tempo di perdurante prova, dovuto alla pandemia, sentiamo tutti l’urgenza di sviluppare una maggiore consapevolezza cristiana sui poveri e sulle povertà, anzitutto attraverso l’incontro quotidiano con quanti, con la propria debolezza e fragilità, esprimono il volto del Signore Gesù.

Iglesias, 2 novembre 2021
+ Giovanni Paolo Zedda